La Moxibustione o Terapia Moxa

Blog Moxa grande

La Moxibustione è una tecnica che si occupa del trattamento o prevenzione dei disturbi mediante l’applicazione di particolari materiali riscaldanti in punti specifici del corpo, detti agopunti.

Tale trattamento veniva praticato già 5.000 anni fa, utilizzando vari materiali quali rametti, bacchette di bambù o pietre riscaldate. Con il progredire del tempo si è arrivati ad una pratica molto più dolce e rilassante, oltre che sicura, che utilizza prevalentemente la Moxa come strumento operativo.

La parola Moxa deriva dal termine giapponese “moe kusa” che significa “erba che brucia”. L’erba utilizzata per la Moxa è l’Artemisia, che viene utilizza non solo per le sue proprietà curative ma soprattutto perché, quando viene bruciata, riesce a produrre una frequenza di calore simile ad un laser infrarosso, riuscendo cosi a stimolare i ricettori e i punti più in profondità. Si lasciano essiccare le foglie dell’Artemisia e successivamente vengono triturate diverse volte, fino ad ottenere una lanugine molto fine e leggera, a cui viene dato il nome di “Lana di Moxa“. Il prodotto ottenuto viene poi conservato in un luogo asciutto e brucerà tanto lentamente quanto più lunga sarà la sua stagionatura. La Lana di Moxa, oltre che semplicemente sfusa, viene anche utilizzata per confezionare appositi sigari e piccoli coni.

Esistono varie tecniche di Moxibustione. Queste vengono catalogate come “dirette” quando la Moxa viene appoggiata direttamente sulla cute o “indirette” quando tra la Moxa e la cute vengono interposti altri materiali come: sale, fettine di zenzero o aglio. Nella tecnica indiretta vi è anche l’utilizzo del sigaro, che è anche il metodo più diffuso. Il sigaro viene acceso ed avvicinato al punto da trattare, lasciandolo agire ad una distanza di circa 3/4 centimetri, senza toccare la cute. Se il calore viene ben sopportato dal ricevente, si può mantenere sul punto anche per diversi minuti, fino a quando la cute non diventa leggermente rosata. Se il calore invece dovesse diventare troppo intenso, il ricevente deve subito avvertire l’operatore, così da allontanare il sigaro dal punto che si stava trattando. Infine, il trattamento deve essere piacevole, quindi se il ricevente dovesse avvertire sensazioni sgradevoli vuol dire che il suo corpo non lo accetta e di conseguenza va cambiato.

Non esitare a risolvere un problema oggi, perché così facendo puoi evitare di incontrarne cento domani.

Anonimo

CHIEDI INFO ORA E RICEVI COUPON OMAGGIO ►►►

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per le finalità illustrate nella Cookie Policy. Puoi rifiutare i cookie di terze parti, ma ti consigliamo di accettarli per una migliore esperienza di navigazione.