Contenuto non disponibile

I contenuti di tipo “Facebook Pixel [noscript]” utilizzano cookies di terze parti. Per visualizzarli occorre accettare l’utilizzo di questo tipo di cookies.

Impostazioni cookies

Gli oli base da massaggio

oli base da massaggio, olio massaggio, massaggio olio base, corso massaggio firenze, corso massaggio reggio emilia, corso massaggio rimini, corso massaggio ancona

Ormai il mercato ci mette a disposizione una miriade di oli più o meno specifici per il massaggio. Ma non sono tutti uguali! Come sceglierli in base alle necessità?

Gli oli base da massaggio, chiamati anche oli vettore, sono oli vegetali indispensabili nel massaggio perché riducono l’attrito causato dalle manualità e veicolano gli oli essenziali che eventualmente vi abbiamo aggiunto.

Uno degli oli base da massaggio più diffusi è sicuramente l’olio di mandorle dolci, possibilmente spremuto a freddo. È facilmente reperibile ormai anche nei supermercati ed è molto adatto nei mesi estivi poiché rinfresca e rigenera ogni tipo di pelle, a partire da quelle dei neonati.

Per un massaggio sportivo altamente decontratturante è eccezionale l’oleolito di arnica, cioè un olio vegetale (spesso di girasole) in cui sono stati macerati fiori di arnica. Ottimo contro i lievi traumi da sport, svolge un’azione anti infiammatoria, riducendo gli edemi ed attenuando il dolore. Potrete trovarlo anche semplicemente come “olio di arnica” nelle erboristerie o nei supermercati bio.

Per l’inverno o per le pelli grasse e impure è ottimo, come olio base da massaggio, l’olio di sesamo: riscaldante e rinvigorente, lo possiamo usare leggermente tiepido per un massaggio davvero energizzante. Oltretutto probabilmente ne avete una bottiglia nella dispensa della cucina.

Ci sono poi una miriade di altri oli base da massaggio che si possono utilizzare: dall’argan, un fantastico aiuto per le pelli mature, al più esotico olio di canapa, da non sottovalutare per le sue proprietà antiossidanti.

L’importante è scegliere sempre un’olio base da massaggio di altissima qualità ed eliminarlo senza pietà quando sentiamo che irrancidisce… Un trucchetto: conservandolo in frigorifero durerà sicuramente qualche mese in più!

SCOPRI LE PROMOZIONI IN CORSO ►►►

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per le finalità illustrate nella Cookie Policy. Puoi rifiutare i cookie di terze parti, ma ti consigliamo di accettarli per una migliore esperienza di navigazione.